Come Fare la Manutenzione della Muta da Sub

Novembre 14, 2019 0 Di Stefano Mesti

Sono sempre di più le persone che praticano il sub nel tempo libero, affascinate dalla bellezza dei fondali marini. La muta da sub però non serve solo per praticare la subacquea ma anche per proteggersi dal freddo anche in altri sport acquatici, come la vela ed il windsurf; pertanto è molto versatile. In questa guida vi spiegheremo come fare la manutenzione ordinaria della muta da sub dopo l’uso.

Se possiedi una muta da sub devi dedicarle una cura particolare dopo ogni utilizzo. Per fare la manutenzione della tua muta da sub dopo l’uso procedi in questo modo: per prima cosa lavala sempre accuratamente. Il lavaggio della muta da sub dopo ogni utilizzo aiuta ad eliminare ogni traccia di salsedine che può esservi rimasta sopra e che può avere l’effetto di deteriorare il neoprene (il materiale con cui è realizzata).

Se possiedi una vasca da bagno riempila di abbondante acqua fredda, quindi immergici la tua muta da sub. Lasciala a mollo nella vasca con acqua per un tempo minimo di cinque/sei ore. Dopo ogni utilizzo non lavare mai la tua muta da sub con i detersivi e non usare mai neppure la lavabiancheria perchè, così facendo, rischieresti di rovinare il neoprene. Dopo aver lasciato la muta a mollo strizzala bene perchè non grondi di acqua.

A questo punto non ti rimane altro da fare che mettere la tua muta da sub ad asciugare; per farlo procedi in questo modo: mettila ad asciugare appesa ad uno stendibiancheria, in posizione verticale (nello stesso modo con cui si stendono le lenzuola, per intenderci). Non esporre mai la muta stesa ai raggi diretti del sole o al calore. Appendi sempre la muta anche quando la riponi e non piegarla mai. Non devi lasciare mai sopra la muta oggetti pesanti.