Come Pescare il Black Bass

Luglio 20, 2020 Off Di Stefano Mesti

In questa guida vi spiegherà come insidiare uno dei predatori più voraci che si trovano nelle nostre acque e che rendono felici molti pescatori. Si tratta del Black Bass o detto anche Boccalone. Vi spiegherò come catturarlo, l’attrezzatura da utilizzare e cosa innescare per raggiungere l’obbiettivo finale.

Il Black Bass o Boccalone è uno dei predatori più voraci che possiamo trovare nelle nostre acque. Per insidiare questo pesce quindi dovremo attrezzarci con le giuste esche che riproducano il movimento di qualche pesciolino in acqua. Prima di parlare di esche però trattiamo un attimo il discorso attrezzatura. La canna, per questo tipo di pesca, deve essere da spinning e di misure da 1,80 metri a 2,40 metri. Deve essere quindi dotata di manico in sughero e porta mulinello fisso. I top di gamma di queste canne sono composte in fibra di carbonio o graphite con anelli in SIC. I prezzi variano molto da canna a canna.

Per quanto riguarda il mulinello è importante che non sia un prodotto scadente, perchè dovrà sopportare il carico di lavoro più importante. Dovrebbe avere almeno una capienza di 100 metri dello 0,25 con una buona frizione. Importante anche che non sia molto ingombrante e non abbia un peso troppo eccessivo, in quanto questa tecnica di pesca è molto itinerante e di conseguenza vi porterà a spostarvi spesso.

Parlando invece di esche si possono racchiudere nelle seguenti tipologie: grub, tube, jig, worms, spinnerbait, swim bait, cranck bait, minnow, rotanti e ondulanti. Sono perlopiù esche siliconiche rappresentanti piccoli pesciolini o vermi e avvolgono un azione molti attirante nei confronti del Black Bass. In più ci sono i classici cucchiaini molto utilizzati nello spinning in generale. In linea generale è bene utilizzare esche scure in acque opache ed esche molto chiare in acque che si presentano con una notevole trasparenza.